Archivi tag: Schiena

Piccoli Musicanti IV

Marzo. È lunedì pomeriggio. Piove.
Oggi porto G. I. (17 mesi e 14 giorni) a lavoro con me.
I bimbi aspettano che io la leghi sulla mia schiena, dondolandosi.
Ci disponiamo in cerchio per il saluto. Sento G. I. molto attenta. I bimbi le sorridono e si sorridono tra di loro.
Distribuisco i foulard colorati e trasparenti. Siamo stelle che galleggiano nell’universo. Alla fine della melodia, un inciso di semicrome, ci fa girare, correre, saltare. A volte rimane il silenzio.
G. I. si diverte, segue i bimbi con la testolina e ride. Anche i bimbi ridono: che succederà?!
Arrivano due ritardatarie.
Sarà meglio prendere l’ astronave, adesso che siamo in tanti!
Ci disponiamo nuovamente in cerchio.
L’ astronave parte con una formula magica: kuu kuu ku tschi tschi!
Sapete dirlo tutti!?
– Kuu kuu ku tchi tchi!!
G. I. ballonzola sulla mia schiena, mentre gli altri bimbi danzano con me.
Nell’universo ci sono molti pianeti su cui capita di incontrare strani personaggi.
C’è ad esempio un Re e noi dobbiamo obbedire ai suoi ordini.
Suono i bongos mentre tutti si muovono alla rinfusa. G. I. adesso sbircia oltre le mie spalle.
Tubadibatubadidonbatibatubatidó!
– Toccate il vostro naso!
Tubadibatubadidonbatibatubatidó!
G. I. si scatena dentro la fascia, muove le mani le gambe e il bacino. E si ferma ad ogni ordine.
– Dormite e russate!
Tubadibatubadidonbatibatubatidó!
– In piedi!
Tuubadiibatuubadiibadonbatiibatuubadonbatiibatoobadonbatiibatuubadonbató!
I bimbi dondolano, si muovono come palloncini.
G. I. saltella, ma poi si ferma. Ascolta. E ricomincia, più lenta.
– Seduti composti!
Tuubadiibatuubadiibadonbatiibatuubadonbatiibatoobadonbatiibatuubadonbató!
– Mani sulla pancia!
A G. I. il ritmo presto piace di più! Lei mi anticipa e io suono: Tubadibatubadidonbatibatubatidó!
Hanno tutti il fiatone e gli occhi grandi.
L’ ultima corsa.
Tubadibatubadidonbatibatubatidó!
– Respirate profondamente!
Inspirano. Soffiano. Sorridono.
A volte nell’universo si incontra un Vanitoso. E un vanitoso vuole molti applausi, perciò ascoltiamo una musica pomposa e impariamo ad applaudire così:
O già tu, Ca la mu, Öc de bo, A ca to!
– Maestra! Ci vogliono anche dei fiori!
A. (3 anni e poco più) ha ragione!
– Come vogliamo regalarli questi fiori?
– Così!
E muove il braccio come se lanciasse una manciata di petali!
E fa: – Sssssccccchhhhhhh!
– Sarà contento il Vanitoso?
Fanno sì con la testa.
A volte è già tardi e si torna a casa.
– Mamma! – dice la piccola A. – oggi abbiamo fatto “la raccontanza” del Piccolo Principe.