Archivi tag: Classica

Carla Bley, Senza titolo

Le 8 a. m., minuto più minuto meno.
Siamo di nuovo alle prese con le pulizie.
È una bella giornata, fa caldo e sono di buon umore.
G. I. (12 mesi e 13 giorni) è seduta sul suo tripp trapp e sta trafficando con un cucchiaino.
C’è un gran silenzio. Ogni tanto interrotto dal ritmico toc toc che G. I. produce sbattendo il cucchiaino sul tavolo. Nell’aria si sente ancora il profumo del caffè.
Accendo la radio.
RaiRadioTre.
La voce parla.
Toc toc. Toc toc.
Parla di musica. Parla veloce.
Sto spazzando il pavimento.
Toc toc.
– Aaaaaaaahhhhhhh!
Lei tiene il cucchiaino sulla testa, poi mi guarda e lo lascia cadere.
Carla Bley ha detto che nel rock c’è un po’ di jazz e nel jazz c’è un po’ classica.
G. I. mi fissa con lo sguardo “e quindi?”
– Ah! Bughi buuuuu!
– Carla Bley … Mamma non può mica sapere tutto!
– Eh. Bwughi bwughi bwuuuuuu!
E indica col dito verso me.
Le porgo la scopa. Lei la afferra con soddisfazione e si dà da fare ad agitarla sul pavimento intorno a lei. Io mi rilasso un po’ sul divano ascoltando una musica mai ascoltata prima.
Nel titolo c’è un mistero orientale. Qualcosa che mi è già sfuggito. Ma rimane nella mia testa un suono fluente, una linea leggera, lucente.
Non so niente di Carla Bley. Mi piace il suono del suo nome.
Carla Bley.
È un nome giusto, di quelli a cui non manca niente, pieno. E sembra di vederla al pianoforte, eccentrica, affascinante, un po’ sdrucita, quasi rarefatta. Le dita, il profilo, nella luce dorata.
– Ah! Aaaaaaaaahhhhhhh!
La musica se ne va.
La voce parla.
Ma non sto più a sentire.
– Bughi buuuuu! Bam!
Mi rimetto al lavoro.